Piacenza Musei, nuovo sito con notizie e visite virtuali

Libertà, 14/12/2011

Piacenza - Un nuovo sito per Piacenza Musei. È stato presentato ieri nella sede della Provincia il nuovo portale dei musei piacentini, realizzato su incarico dell'Amministrazione provinciale di Piacenza e della Regione Emilia Romagna: la versione web, che a breve sarà pubblicata su internet all'attuale indirizzo www.piacenzamusei.it, raccoglie ben 2000 immagini relative a 10 musei della città e 23 della Provincia, 10 castelli, 30 chiese, 25 palazzi, 8 monumenti, 2 teatri, 4 itinerari, oltre a segnalare le specialità eno-gastronomiche e i vini doc del territorio.

«Il primo portale di Piacenza Musei risale a otto anni fa: il 15 maggio del 2003 abbiamo infatti presentato il primo sito relativo al panorama museale piacentino» ha ricordato il presidente dell'associazione Luigi Rizzi durante la presentazione a cui hanno assistito l'assessore Maurizio Parma, lo studioso Stefano Pronti e Igor Modonutti di Dinamoweb, la realtà che ha realizzato il restyling. «Allora ovviamente le tecnologie erano diverse: eppure il sito ha avuto un buon successo e proprio questo ci ha spinto a realizzare una nuova versione».

I piacentini si troveranno alle prese con una serie di interessanti novità: a balzare subito all'occhio è la chiarezza e la semplicità grafica che contraddistinguono il nuovo portale, che riporta in primo piano le notizie relative alle esposizioni in corso e alle iniziative inerenti le realtà museale di città e provincia. «In dieci anni sono cambiate le tecnologie, ma anche le attese percettive» ha spiegato Pronti. «Allora c'era una presentazione in sequenza che permetteva una visita passiva. Oggi abbiamo un prodotto molto flessibile e dinamico che permette all'utente di avere un ruolo attivo nella consultazione. Sul fronte museale sono state rispettate tutte le unicità e le specificità dei musei presentati: complessivamente quello di Piacenza Musei è un portale di grande accessibilità e di qualità iconica e testuale veramente buona».

In effetti la struttura favorisce una consultazione molto immediata da parte dell'utente: la schermata iniziale riporta subito la suddivisione dei musei in base alla collocazione geografica (città e provincia) e all'argomento. Una nota a parte la merita la sezione relativa al territorio, che presenta le diverse peculiarità culturali e non solo di Piacenza e della sua provincia. Tra le novità da segnalare invece si contano la possibilità di fare delle vere e proprie visite virtuali e la presenza di mailing list strutturate che, come ha ribadito anche Rizzi, «saranno i veri punti di forza del portale di Piacenza Musei».